Il 16 dicembre, alle ore 10, di fronte ad un foltissimo pubblico si è tenuta, presso la Sala delle Lupe in Palazzo Pubblico, la cerimonia conclusiva del premio dedicato alle arti plastiche e figurative Liberart 2017 organizzato dallo SPI CGIL di Siena.

La manifestazione, alla quale hanno presenziato Franco Capaccioli Segretario Generale dello SPI CGIL di Siena, Daniela Cappelli Segretario Generale dello SPI CGIL della Toscana, GhidoriMaria Luisa della segreteria CGIL di Siena, si è svolta, secondo un canone collaudato, caratterizzato da interventi di saluto e dalla consegna dei diplomi agli autori segnalati e dalla consegna dei premi ai vincitori.

Un successo quello di Liberart, che cresce con il consenso del pubblico e di un sempre più alto numero di concorrenti e che anche quest’anno è stato confermato dalla qualità e dalla quantità delle opere pervenute.

Il primo premio con  è stato appannaggio di Giovanni Bandinelli con la scultura “Eremita”, l’acquarello “marina” ha consentito a Marilena Cologna di classificarsi seconda, mentre Sandro Guglielmetti con “campagna” ha raggiunto la terza posizione. A Boccini Giorgio, Posarelli Paola , Gassmann Gisella, Spedali Salvatore, Andreuccetti Alessandro, Guardo Giovanna, Valentini Marcella , segnalati dalla giuria, è stata consegnata una pergamena.

Il prossimo appuntamento con Liberart, dedicato alla poesia e, è fissato per il prossimo anno e ad esso, come sempre, verrà data adeguata pubblicità.