“Per la prima volta dopo quasi 10 anni non si taglia, non si toglie, non si riduce. Sicuramente non è tutto quello che avremmo voluto, ma è qualcosa”. Daniela Cappelli, segretaria generale dello Spi Cgil Toscana, ha commentato così l’accordo raggiunto tra Governo e sindacati sulle pensioni nella sua relazione durante la riunione del comitato direttivo regionale il 7 ottobre a Villa Cesi,

a Impruneta (Firenze). “Manca ad esempio la parte che riguarda i giovani – ha continuato – per loro dobbiamo parlare soprattutto di lavoro e di un sistema previdenziale che dia più diritti a partire da una pensione di garanzia”. “Il giudizio generale dipende dalla fine della discussione – ha detto nelle sue conclusioni la segretaria nazionale dello Spi Cgil Vera Lamonica – ci vuole cautela. Certo finora è positivo, ma dobbiamo aspettare perché c’è un pezzo dell’intesa che non è concluso, ci sono dei problemi aperti ancora da discutere”.

i contenuti dell’accordo

volantino-contenuti-verbale