Il governo promette il rimborso, ma le tasche dei pensionati rimarranno sempre mezze vuote. Secondo i sindacati Spi, Fnp e Uilp il decreto legge messo a punto dopo la sentenza della Corte Costituzionale è insufficiente. La Consulta ha infatti bocciato il blocco dell’indicizzazione delle pensioni tra il 2012 e il 2013. “Non è né un bonus, né un regalo”, scrivono le tre sigle chiedendo che “si aumenti la percentuale di rivalutazione per il 2012-2013 e si utilizzi quella del 2013 come base di calcolo di quelli successivi”. Spi, Fnp e Uilp hanno incontrato lo scorso 8 giugno la Commissione Lavoro della Camera, mentre il 15 giugno è previsto l’incontro con il Ministro Giuliano Poletti.