La Cgil chiede “rispetto per il lavoro, la democrazia la Costituzione” e per sabato 17 giugno ha indetto una grande manifestazione nazionale a Roma che si concluderà a piazza San Giovanni, alle 12, con l’intervento della segretaria generale Susanna Camusso. Due i cortei previsti, che dalle 9 sfileranno per le vie della capitale: uno partirà da piazza della Repubblica, l’altro da piazzale Ostiense.

La Cgil lancia un appello “a tutti i cittadini, ai lavoratori, ai pensionati ed a tutte le

associazioni democratiche affinché partecipino alla manifestazione nazionale del 17 giugno, per il rispetto dell’art. 75 della Costituzione, per difendere la democrazia e il diritto dei cittadini a decidere, per contrastare la precarietà, per un lavoro dignitoso tutelato e col pieno riconoscimento dei diritti”.

Il 28 maggio – si legge in un volantino del sindacato – era la data stabilita per esprimersi sul referendum abrogativo sui voucher. Non importa cosa avresti votato, ma sappi che hanno cancellato i voucher per far annullare i referendum e impedirti di esprimerti. Adesso, con un semplice emendamento, li hanno reintrodotti. Questo schiaffo alla democrazia non può passare inosservato. Partecipa alla manifestazione del 17 giugno a Roma”.