“Dobbiamo tutti essere custodi della libertà e delle regole democratiche costituzionali e chi si occupa della scena pubblica deve garantire innanzi tutto la libertà, a partire da quella della stampa”.
A dirlo è il segretario generale della Cgil Susanna Camusso intervenendo al
presidio organizzato ieri davanti alla sede di Repubblica, a Roma, come risposta al blitz di alcuni militanti di Forza Nuova avvenuto la scorsa settimana.

“Le leggi nel nostro Paese ci sono – ha sottolineato Camusso – ma bisogna difendere i valori della democrazia con tutte le iniziative possibili. Chi minimizza questi fatti non conosce il senso delle parole libertà e democrazia”.