Cgil e Spi Cgil a USL TSE, SdS e Comune: “Invece quando aprirà la Casa della Salute?”.

Aperto il Centro Medico Arnolfo a Colle di Val d’Elsa

Cgil e Spi Cgil a USL TSE, SdS e Comune: “Invece quando aprirà la Casa della Salute?”.

Colle di Val d’Elsa, 3 dicembre 2020 – Nei giorni scorsi è stato aperto a Colle di Val d’Elsa il Centro Medico Arnolfo, una nuova struttura privata che ospiterà tutti i medici di medicina generale che operano nella cittadina valdelsana.

Nella notizia si specifica che sarà presente il servizio di segreteria ed infermieristico e che tutti i medici partecipano al progetto della Sanità di Iniziativa per la gestione dei pazienti cronici.

Un fatto certamente positivo per i professionisti, ma lo sarà anche per i colligiani? Ci permettiamo infatti di ricordare che l’indicazione della sanità regionale prevede di dotare il territorio delle Case della Salute, spazi in cui è previsto che lavorino in team i medici di famiglia e le altre figure professionali che operano nel campo della salvaguardia della salute: infermieri per assistenza a domicilio, assistenti sociali, fisioterapisti per la riabilitazione, specialisti delle varie branche mediche. All’interno della Casa della Salute si possono prevedere il consultorio, la prevenzione e il CUP e altresì praticare il progetto “dove si prescrive si prenota” che evita al cittadino stancanti attese al telefono assicurando date e prenotazioni certe.

Una struttura presso cui il cittadino può rivolgersi per qualsiasi necessità, un luogo di prima assistenza dove trovare una risposta ai suoi problemi socio-sanitari. L’esperienza della pandemia che stiamo vivendo ha evidenziato che la presenza di servizi e prestazioni più vicine e di prossimità ai cittadini è ugualmente importante quanto quella dell’ospedale.

Il poliambulatorio ex-INAM era stato individuato sin dal 2014 dalla ASL e dai Comuni come l’edificio destinato ad ospitare la “Casa della Salute” di Colle di Val d’Elsa e crediamo che sia giunto il tempo che questa previsione trovi la sua realizzazione con un intervento di recupero e ammodernamento di quella struttura attualmente lasciata all’abbandono, utilizzando i finanziamenti che sono previsti dagli stanziamenti europei.

Chiediamo quindi alla Usl Toscana Sud Est, alla Società della Salute Alta Valdelsa e al Sindaco di Colle quando aprirà la Casa della Salute colligiana.

CGIL e Lega SPI CGIL Colle di Val d’Elsa